giovedì 24 giugno 2010

Il primo video su Woodworking by Hand

Ecco un primo filmato! Come attore sono alle prime armi ma spero di recuperare in fretta! Ho scelto come soggetto giusto l'attrezzo che stavo adoperando oggi: l'incorsatoio.


5 commenti:

  1. Molto bravo.
    Ottima spiegazione, bella musica e buone immagini.
    Un solo consiglio: un po' più di luce.
    E poi sono curioso di sentire il tuo inglese parlato sul blog in inglese. ;-)
    Andrea

    RispondiElimina
  2. Complimenti Giuliano; una cosa è leggere le tue istruzioni, ma vederle in atto è sicuramente molto più istruttivo.
    Quando vuoi ripetere lo stesso servizio con tutto il resto della tua collezione, noi saremo qui ad aspettare...

    Ciao, Christain

    RispondiElimina
  3. Andrea e Christian,
    grazie per l'apprezzamento e per il consiglio sulla luminosità che vedrò di migliorare.
    Andrea, per quanto riguarda la mia pronuncia inglese mi sa che dovrai accontentarti dei sottotitoli!

    Ciao,
    Giuliano

    RispondiElimina
  4. Grazie per il video molto istruttivo. Io sono alle prime armi, mi servirebbero un paio di dritte: 1) non ho ben capito il nome dell'altrezzo e dove posso recuperarlo. 2) Che tipo di vaselina si usa per far scorrere meglio la guida.
    Grazie ancora, spero che nel suo blog tratterà anche argomenti più basici per chi è alle prime armi.

    RispondiElimina
  5. Ciao W Wolf,
    L'attrezzo in questione è un incorsatoio, una pialla per scanalature. Si trova facilmente su ebay (UK o USA) digitando plough (o plow) plane.
    Quelle in legno sono frequenti anche su ebay Francia col nome di "rabot bouvet".
    Oltre alla vaselina (quella in tubetti che si trova anche al brico) si può usare della cera di candela o del sapone. In effetti non è tanto importante lubrificare la guida ma soprattutto la slitta dove si creano gli attriti maggiori.
    Per quanto riguarda il tipo di argomenti da trattare il blog ha la caratteristica di raccontare i "lavori in corso" piuttosto che esporre in maniera sequenziale e didattica dei contenuti e ciò conferisce la particolarità di non avere un inizio e soprattutto una fine. Vedrai che anche gli argomenti di tuo maggior interesse saranno prima o poi trattati.

    Giuliano

    RispondiElimina