domenica 6 ottobre 2013

Plane cabinet





 Quando ho realizzato il mio banco da lavoro, avevo previsto un piano a giorno per ospitare le pialle in legno di più frequente utilizzo. Lo scaffale si è riempito però rapidamente e da tempo avevo diverse pialle che giravano per il laboratorio senza un posto fisso dove riporle.
La realizzazione di un mobile porta-attrezzi, dedicato alle pialle manuali, è un modo valido per tenerle sempre in ordine e a portata di mano.  Lo schema costruttivo prevede l’inserimento dei pannelli in scanalature scavate sul perimetro interno dei telai.

in basso gli alloggiamenti per le pialle lunghe
Una vite a occhiello aggancia la catena che trattiene lo scaffale a ribalta
.
il mobile è fissato al muro per evitare ribaltamenti
Per sfruttare al meglio lo spazio disponibile, gli attrezzi più lunghi (pialloni) sono ospitati in posizione verticale nella parte posteriore del mobile. Una scaffalatura mobile ospita le pialle di dimensioni più contenute e, inclinandosi, consente l’accesso  al retro.

I pialloni sono accessibili dall'alto, dopo aver ribaltato la scaffalatura
Per la realizazione ho utilizzato legno di recupero, quasi tutto proveniente da infissi dismessi in Douglas (oltre ad una piccola quantità di abete). Utilizzando legno di recupero ci sono di solito alcuni compromessi che bisogna accettare se si vuole realizzare il manufatto in economia senza dover scartare la maggior parte del legno. Nel nostro caso il legno era verniciato ed è stato esposto al sole per decenni in misura variabile; ciò ha causato differenze di tonalità che si notano soprattutto nei pannelli laterali.
In fondo si tratta di un mobile destinato al laboratorio e si può perdonare qualche imperfezione dei pezzi.

I dettagli costruttivi sono illustrati nel video pubblicato nel post precedente. 



7 commenti:

  1. Bravo Giuliano.
    Il fatto che tu l'abbia costruito sovradimensionato, lasciando molto spazio libero, la dice lunga. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh,eh, ne ho giusto posizionate alcune per la foto, lo spazio libero consideralo giá occupato!
      Ciao
      Giuliano

      Elimina
    2. Bello lo scrigno porta gioielli Giuliano ma non c'è pericolo che aprendo il ripiano mobile si cappotti pure il mobile?
      I due cunei sotto i fianchi servono forse per sicurezza antiribaltamento?
      Visto che ormai il mobile è pieno ti toccherà farne un'altro magari da mettere sopra, che sfortunato che sei :-)
      ciao Vittorio

      Elimina
    3. Ciao Vittorio,
      hai un grosso spirito di osservazione!!Complimenti. Non c'è pericolo di ribaltamento in quanto il mobile è assicurato al muro. I cunei ci sono perchè la parete non è in squadro con quel punto del pavimento.
      Eh,eh il progetto originale prevedeva anche il mobile superiore......e in effetti avevo gia preparato tutti i pezzi.......prima o poi mi toccherà completare...
      Saluti
      Giuliano

      Elimina
  2. molto bello funzionale ed elegante; complimenti
    saluti G.

    RispondiElimina
  3. Ciao e complimenti. se ho capito bene hai recuperato il legno da finestre dismesse. Fra poco avrò anch'io delle finestre da cui recuperare douglas. ti volevo chiedere, come sei passato dai profili delle finsetre, telaio, etc., al pannello? Immagino serva una sega circolare?

    grazie e ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,
      Sì, ho usato il banco con la circolare per ricavare i listelli da poter lavorare successivamente a mano.
      Saluti
      Giuliano

      Elimina