mercoledì 24 febbraio 2010

Pialletti gemelli

Questi due pialletti per battute li ho realizzati copiando un modello di maggiori dimensioni del XVII secolo. La caratteristica è quella di avere un solo lato aperto. Come lama ho utilizzato una lima, opportunamente sagomata e affilata. Il corpo è in mogano, la suola in wengè. Il pezzo di barra metallica sul lato serve ad evitare la flessione del corpo quando il cuneo viene forzato in posizione e aggiunge massa all'attrezzo. Si potrebbe evitare aumentando lo spessore del corpo pialla o diminuendo la larghezza della lama, ma in ambedue i casi costituiscono dei compromessi fastidiosi.
Il foro per l'espulsione dei trucioli è facilmente realizzato con una punta Forstner. Il disegno del corpo è molto vicinio all'originale e devo dire che le dita trovano un perfetto appoggio.
Avendo un solo lato utile alla lavorazione occorre costruire due pialle gemelle, ognuna per lavorare in un senso. Uno degli utilizzi che ho trovato più vantaggioso è quello di rifinitura delle battute. In questo caso si tratta di una battuta realizzata con la sega circolare. Il settaggio della lama non è stato preciso e il risultato è un visibile scalino residuo. Un lavoro semplice per una delle gemelline!!

Nessun commento:

Posta un commento