lunedì 4 ottobre 2010

A scuola di intaglio


 
Salvatore Mastrangelo lo abbiamo conosciuto in occasione di uno dei tanti piacevoli incontri che organizziamo nel laboratorio dell'amico Daniele (a sx nella prima foto). Un personaggio davvero esclusivo è Salvatore, di piacevolissima compagnia e carico di esperienze di vita.  Un vero professionista, pervaso da una passione irrefrenabile per tutto ciò che riguarda la lavorazione del legno. 

Più di tutto spicca la sua vena artistica che esprime con grande sapienza nell'arte dell'intaglio. 
Questa volta lo abbiamo "costretto" ad insegnarci qualche buona regola per maneggiare al meglio gli attrezzi dedicati a questa lavorazione e, sotto la sua guida, abbiamo provato anche noi ad effettuare qualche esercizio. La qualità e l'ottima affilatura delle sgorbie e degli altri attrezzi da intaglio sono naturalmente dei requisiti imprescindibili. 


 




A questo proposito, è molto utile avere una pietra da affilatura fissa sul banco per ravvivare ogni tanto il filo degli attrezzi maggiormente utilizzati. Nella foto ne è mostrata una a profilo concavo che meglio si adatta alla forma di alcuni taglienti.   Purtroppo, in queste occasioni, il tempo a disposizione non è mai sufficiente; siamo riusciti però a recepire qualche buon consiglio sulle strategie di approccio al lavoro da effettuare, dall'importanza di un buon disegno iniziale al rispetto dei piani su cui sono situati i vari dettagli per ottenere un effetto prospettico.

Infine aggiungiamo un paio di foto che illustrano due lavori del buon Salvatore. Credo che si commentino da soli. 




Nessun commento:

Posta un commento