venerdì 13 gennaio 2012

Battuta Cieca

Qualche volta capita di dover effettuare delle battute che non corrono lungo tutto il pezzo, ma si arrestano più o meno vicino ad una delle sue estremità.


La Stanley 78 è una sponderuola metallica con guida laterale regolabile che ha la particolarità di poter montare la lama anche in una posizione più avanzata. In questo modo si può lavorare in prossimità di ostacoli, per esempio all'incrocio di un traverso ed un montante o proprio nel caso di una battuta cieca. Comunque, anche con la lama in posizione avanzata (bullnose), la corta suola anteriore ha bisogno di uno spazio vuoto per lavorare correttamente. 

  Allo scopo si può tagliare una mortasa all'estremità cieca della battuta, utilizzando sega e bedano
Per evitare di rovinare il bordo cieco si può morsettare un pezzo di scarto che assorbirà gli urti causati dalla pialla in movimento.







1 commento:

  1. Ciao Giuliano,
    la battuta cieca è uno dei miei crucci maggiori e purtroppo non ho una Stanley 78 ma una Record 50 C nella quale la lama è al centro della pialla, quindi sia all'inizio che alla fine rovinare il bordo cieco è quasi una certezza.
    Generalmente faccio la battuta con la sega per tenoni ma il risultato non è mai soddisfacente, con il tuo sistema già sarebbe meglio quindi o prendo una Stanley 78 o una fresatrice.
    Grazie della spiegazione Giuliano
    ciao vittorio

    RispondiElimina