Taglio di scanalature

La scanalatura consiste nel praticare solchi, solitamente più profondi che larghi, nel legno, sia lungovena che traverso vena per creare la sede per pannelli o anche per praticare incastri. Le pialle utilizzate per questo lavoro sono gli incorsatoi.



Il pezzo va fissato in maniera ferma al banco di lavoro, utilizzando appositi sistemi di fissaggio (morse e cani) o se la lavorazione lo consente anche inchiodando il pezzo ad un supporto più lungo a sua volta morsettato al banco.
Le lame degli incorsatoi hanno solitamente un angolo di seduta e quindi di taglio intorno ai 50°. Lo smusso può essere affilato intorno ai 30-35°.

Il tagliente deve essere ben squadrato. La regolazione della profondità di taglio prenderà un po’ di tempo ma è essenziale per un taglio efficiente. La guida laterale deve essere perfettamente parallela alla slitta che porta la lama ed è bene controllare con un righello di precisione l’equidistanza alle due estremità della pialla. Anche il bordo del pezzo dove scorre la guida deve essere naturalmente livellato a dovere. Si setta la lama affinché sia appena capace di produrre trucioli e si comincia a tagliare il solco. In questa prima fase è essenziale tenere la pialla perfettamente perpendicolare al pezzo e la guida ben adesa al bordo. Il taglio comincia all’estremità anteriore del pezzo e ad ogni passaggio si arretra l’attrezzo di un poco, fino a raggiungere l’estremità posteriore.

A questo punto si può dare un po’ più di profondità all’azione della lama e si continua con passaggi regolari e completi fino a che lo stop di profondità precedentemente regolato non impedisce alla lama ti tagliare ulteriormente. La scanalatura è terminata.

Per eseguire scanalature traverso vena (dado) è necessario praticare preventivamente un taglio con la sega sui due bordi laterali e quindi utilizzare l’incorsatoio (se il canale è situato nelle vicinanze di una estremità del pezzo). In alternativa si potrà utilizzare una pialla speciale, dado plane, che oltre alla lama principale (solitamente skewed) possiede anche una lama secondaria o degli spurs nel caso delle metalliche, come la Stanley #39 mostrata in figura, che hanno il compito di tagliare le fibre ai due lati della scanalatura precedendo l’azione della lama principale.



Per poter iniziare il taglio è necessario utilizzare un listello fissato su un lato della scanalatura che farà da guida alla pialla.


Nessun commento:

Posta un commento